Orchis Simia

Featured Video Play Icon

Pianta perenne con due pseudobulbi a forma ovale più o meno allungata, con il fusto verde-bruno, liscio, glabro.

Il labello, più lungo degli altri tepali, è di colore bianco, ornato di macchie purpuree, disposte verticalmente nella zona centrale, e cosparso di ciuffi di peli color porpora nella sua parte mediana, trilobato con i lobi laterali filiformi viola.

Il nome di questa stupenda e curiosa orchidea deriva dal latino simia (scimmia, appunto), per il curioso aspetto del fiore che, ricordando una scimmietta con tanto di coda, la rende inconfondibile.

Perenne: Pianta che vive più di due stagioni riproduttive: alberi, arbusti e piante erbacee che hanno dei fusti sotterranei ben sviluppati.

Labello: È il petaloide (tepalo) più grande e sviluppato nel fiore delle orchidee; normalmente è diviso in due parti: ipochilo ed epichilo; il labello ha funzioni vessillari (di richiamo per gli insetti pronubi).

Nome Latino: Orchis Simia Nome Volgare: Orchide omiciattolo, Orchidea scimmia. Famiglia: Orchidaceae Altezza Pianta: 20-40cm Fiore: Dal bianco al porporino
Periodo di Fioritura: Aprile-Giugno Habitat: Boschi, Cespuglieti, Boscaglie Impollinazione: Api, Bombi, Formiche, Vari insetti Fotografati a: Posina-Passo della Borcola- (VI) mt. 1.000 Etimologia: Orchis = testicolo è il nome usato da Teofrasto per questo genere
  • 1

    1

  • 1

    1

  • 1

    1

  • 1

    1

  • 1

    1

  • 1

    1

  • 1

    1

  • 1

    1

  • 1

    1

  • 1

    1

  • 1

    1

  • 1

    1

  • 1

    1

  • 1

    1

  • 1

    1

  • 1

    1

Leave a Reply


*